Il Vangelo secondo me

Rino Cammilleri

Collana Narrazioni

  • Pubblicazione: 21 giugno 2018
  • Pagine: 290
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788867370955
  • prezzo: € 21,00
    - Sconto 15%: € 17,85
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Perché Dio il più delle volte non esaudisce? Perché pregando, chiedendo, supplicando, non si ottiene quasi mai? Perché andare a Lourdes è come giocare alla lotteria, anzi peggio, perché alla lotteria almeno uno vince a ogni estrazione? Non si può amare quel che non si conosce, ma come si fa a conoscere Dio? Eppure, Dio vuole essere amato e lo comanda pure.

I Vangeli sono libri stranissimi, che suscitano più domande di quante risposte forniscano.

L’autore li scruta centimetro per centimetro, ma non con l’occhio dell’esperto, bensì con quello dell’uomo della strada, dal momento che la Buona Novella non è per pochi ma per tutti. E constata che «creati per la felicità, non sopportiamo il suo contrario e chiediamo conto a Dio del perché della condizione umana (naturalmente, quando non è di nostro gusto)». Infatti, «l’uomo è l’unico essere che viene al mondo piangendo».

Rassegna stampa

  • «Il Vangelo secondo me» o del coltivare la verità - «La Nuova Bussola Quotidiana»

    Ne Il Vangelo secondo me non c’è il “dubbio” che piace alla cultura illuminista, ma le domande che chi cerca una risposta non può non porsi di fronte al Vangelo. Perché, dice Rino Camilleri, l'unica cosa sensata che una persona può fare è coltivare la verità, il che implica fatica, arare, seminare, irrigare, attendere, sperare, studiare tecniche e pregare.

  • Bisogna fermare l'uso politico del Vangelo - Camillo Langone su «Il Foglio»

    Un Cammilleri mai così poco agiografico segnala innanzitutto le contraddizioni: “Alcune parole di Gesù lasciano interdetti”, “Nei vangeli di Gesù c’è di tutto...”. Propongo pertanto di lasciare in pace il Nuovo Testamento per un po’. Chi proprio vuol fare il biblista provi a citare l’Antico: si accorgerà che è meno equivocabile, meno asservibile.

  • Il Vangelo secondo noi tutti - Luciano Garibaldi su «Europa Cristiana»

    Nel suo nuovo, avvincente libro dal titolo «Il Vangelo secondo me», Rino Cammilleri scruta i Vangeli centimetro per centimetro, ma non con l’occhio dell’esperto, bensì con quello dell’uomo della strada, dal momento che la Buona Novella non è per pochi ma per tutti. Si pone decine di domande e trova una risposta per ognuna di esse. Da leggere.

  • Gesù, il polemista. Quella Parola "politicamente scorretta" - «In Terris»

    A seconda dei gusti e della sensibilità delle cricche dominanti nella politica, nella finanza e nei media, il Signore "ora è solo 'buono' ora solo 'giusto', ora 're' ora 'fratello', ora 'amico' ora 'povero' e così via. Questo vezzo di sottolineare certi aspetti della complessa figura di Gesù a discapito di altri, afferma giustamente Rino Cammilleri ne "Il Vangelo secondo me", "se portato alle estreme conseguenze prende il nome di eresia. Se questo confine non è superato, si può nondimeno restare nell’ambiguità e nell’equivoco.

Dello stesso autore

Nella stessa collana

Il mio nome è Giuda Rino Cammilleri

Il mio nome è Giuda

Le sante dei miracoli Dario Fertilio

Le sante dei miracoli